venerdì 29 maggio 2015

PIZZELLE FRITTE




La prima volta che le ho mangiate era il lontano 1982, una sera d'estate, un paese alla periferia di Bari, Valenzano, casa di un amico, Damiano che era andato a convivere da poco con Anna...
Una allegra comitiva di ragazzi fra i venti e i trent' anni.
La casa sembrava un alveare, ognuno faceva qualcosa nell' attesa che fosse tutto pronto.
Il sugo preparato nel tegame di coccio che invogliava ad intingere il pane ,
l' impasto ben lievitato in una grosso contenitore di plastica,
una grande "Fressora" per friggere e tanto formaggio.
Le esperte si erano organizzate come una catena di montaggio.
C'era chi stendeva le pizzelle, chi le friggeva, chi le condiva.
C'erano, poi, 
gli altri, chi era addetto ad apparecchiare, chi a reperire sedie e tavoli pieghevoli, chi a controllare la temperatura di acqua e birre e chi ad assaggiare...
Non c'erano candite tovaglie di lino ricamate, nè porcellane, nè cristalleria e meno che mai etichetta ed argenteria.
Che serata!!!!!!!!!!!!!
Non so se la mente ha tinto di rosa questi ricordi,
so solo che provo un po' di nostalgia per quel periodo in cui il sabato non si decideva in che pizzeria andare, ma a casa di chi. 
Le case disponibili non erano molte, perchè la gran parte ancora viveva in famiglia, ma per il resto si divideva tutto ed alla fine c'era sempre il pianoforte e la chitarra a disposizione per cantare tutti insieme.
Gli autori preferiti erano De Andrè, Guccini e Battisti...
l' avvelenata, Geordie, la canzone di Marinella, la canzone del sole, e penso a te...
Si passava dalla musica alle discussioni pseudo impegnate con una leggerezza unica, come solo i ragazzi sanno fare...
...

Com'è come non è, stasera mi è venuta voglia e le ho fatte,
peccato non poter fare la stessa cosa con le atmosfere...

IMPASTO:

g 500 farina per pizza
g 300 di acqua
g 50 di latte
g 30 di olio
g 11 di sale
1 cucchiaino di miele
g 12 di lievito di birra

Sciogliere nell' acqua e latte il lievito di birra e il miele.
Mettere la farina in una ciotola capiente, fare la fontana al centro ed aggiungendo il liquido iniziare ad impastare.
Da ultimo aggiungere il sale e l' olio, versare su un piano e lavorare in maniera energica per 10/15 mn. fino ad ottenere un impasto liscio e compatto.
Mettere a lievitare fino al raddoppio.
Staccare dei pezzetti di pasta di circa 50/60 grammi dare la forma di pizzette più sottili al centro che ai bordi e friggere in olio ben caldo.
Per il sugo: Far soffriggere aglio, olio e cipolla sminuzzata, aggiungere la passata far cuocere per 15 min. e condire con sale, origano e basilico.
Man mano che le pizzelle, vengono fritte, dopo averle sgocciolate per togliere l' eccesso di unto, condire con il sugo e un' abbondante spolverata di formaggio.