mercoledì 29 febbraio 2012

martedì 28 febbraio 2012

Pomodori secchi sott' olio




Caro blog, questa è la procedura che ho adottato dopo molti tentativi più o meno fallimentari, per preparare questa conserva
e che ho imparato dal post di cecilietta, ovviamente, da cook!!!!!!!!!!!!
E' molto semplice ed il risulatato è super!!!!!!!!!!!!!!!
Ho accorciato notevolmente i tempi di allestimento grazie all' uso del torchietto....i migliori 25,00 euro spesi nell' ultimo periodo........
a parte queste divagazioni procediamo.
Quello che occorre è ovviamente un chilo di pomodori già secchi, a Bari, si vendono al mercato costo euro 5,00, un litro di acqua, un litro di aceto bianco di vino, aglio, prezzemolo, peperoncino ed infine olio extra vergine d'oliva.
Mettere a bagno per un' ora i pomodori in una soluzione di acqua e aceto, quindi sciacquarli, con acqua  uno ad  uno allargando i bordi attorcigliati, con il torchietto eliminare tutta l' acqua in ecceso, ed iniziare ad invasare mettendo come partenza un paio di dita di olio condito con prezzemolo, aglio e peperoncino
disporre i pomodori con la parte interna disposta verso il basso, facendo vari strati con i pomodori e con il condimento calcando bene per evitare la formazione di aria
Spero possa essere utile a qualcuno.......perchè i pomodori secchi sott' olio sono una vera bontà

P.S. dimenticavo di dire che, per chi non avesse il torchietto, i suddetti vanno fatti asciugare bene prima di essere messi nei barattoli

martedì 21 febbraio 2012

ZEPPOLE ALL'OLIO


lo so, lo so che le zeppole si fanno il 19 marzo in occasione della festa di San Giuseppe, però oggi è martedì grasso e dovevo fare qualcosa di fritto....
in settimana avevo fatto i cannoli alla siciliana e le chiacchiere
quindi.......
il segreto di questo dolce sta non tanto nella ricetta in sè per sè, quanto nella lavorazione della pasta a choux che deve incorporare più aria possibile un po' come il pan di spagna.

Iniziamo con la crema......

g 500 latte
g 150 zucchero
2 uova
g 50 di farina e g 25 di amido di mais
  buccia di limone
Polverizzare la buccia di limone e lo zucchero per pochi secondi partendo da vel. 4 fino a turbo.
mettere il resto degli ingredienti  nel boccale del bimby 7 min. 80° vel. 4

Per la pasta a choux

g 200  farina
g 250 acqua
g 100 di olio di semi di mais
g 30 di zucchero
4 uova medie
un pizzico di sale
una bustina di vanillina 

mettere nel boccale acqua, olio, zucchero ed un pizzico di sale
10 min. 100° vel.3
poi, con le lame in movimento a vel. 4, aggiungere la farina dal foro e continuare a lavorare fine a che l' impasto non si stacchi bene dalle pareti
far raffreddare un po', non deve essere freddo, ma tiepido ed aggiungere uno alla volta le uova (non di frigo) non mettere il secondo se il primo non è stato completamente assorbito e la vanillina. 
Quando tutte le uova sono state incorporate lavorare a vel. 6 per 2 min. spatolando contemporaneamente.
Formare delle ciambelline su carta forno e mettere in forno gia' caldo a 160° (forno statico) per 5 min. o fino a quando toccandole il dito non appiccica all' impasto, spegnere e lasciare all' interno. 
Fare l' olio bello caldo e ripassarvi le ciambelline di pasta a choux che si gonfieranno formando queste caverne


Decorare con zucchero a velo, crema ed amarene
e questo è il risultato

BON APPETITE!!!!!!!!!



martedì 7 febbraio 2012

LIQUORE SIMIL COINTREAU

Non so se si era capito......... ma la mia passione è fare i liquori.....
ognuno ha le sue fisse.....
Anche questa ricetta proviene da cookaround ed è stata presentata da annamery,
quando ho letto il procedimento mi è venuto da ridere ed ho detto: seeeeeeeeeeeeeee non verrà mai!
Alcuni giorni dopo, mio marito, mi porta dalla campagna nostra le arance (non trattate) e dopo aver fatto la
mi è tornato in mente lo strano procedimento.... l' alcool ce lo avevo, perchè non farlo?
Detto, fatto.
Guardate bene l' immagine che inserisco
ora si prendono g 500 di alcool a 95° si mettono in un contenitore che possa essere chiuso da un'arancia si conserva il tutto in un luogo buio per 10 giorni senza fare, ASSOLUTAMENTE, niente.
Trascorso questo periodo si fa uno sciroppo con un litro di acqua e g 400 di zucchero semolato si unisce il tutto ed il liquore è fatto.
VISTO?
C'era da essere scettici?
Com' è?
Buonissimissimo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
io ho condiviso la ricetta, c' è qualche temerario/a che vuole provare?
La sua fiducia sarà ripagata ampiamente.
Per fare lo sciroppo ho messo nel bimby acqua e zucchero 10 min. a 100° vel. 1,
ma si può fare normalmente sul fuoco facendo cuocere fino a che lo zucchero non sia sciolto. Fare raffreddare prima di unire all'alcool.



Se desiderate essere sempre aggiornati sulle mie ricette seguitemi 
sulla mia pagina facebook






lunedì 6 febbraio 2012

principessa

Caro blog, ti presento Principessa, superstite insieme alla sorellina di una cucciolata di 11 golden retriver, razza purissima i cui antenati sono campioni di bellezza e non poteva essere che così......
è adorabile!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
un batuffolo peloso di 5 kg di peso identica al suo papà Cooper, il mio nipote peloso

Cooper all' età di Principessa
Cooper la scorsa estate,  18 mesi circa
Auguri alla piccola Principessa ed al suo padrone.
Princess sarai sicuramente amata
Tutti i cuccioli di uomo o di animali sono uguali....bisognosi di amore e protezione

domenica 5 febbraio 2012

liquore alla liquirizia




Questo liquore l' ho degustato in un agriturismo nei pressi di Locorotondo ed è stato amore a primo assaggio.....lo dovevo fare assolutamente...... ho provato varie ricette, ma nessuna raggiungeva il grado di cremosità di quello che avevo bevuto, poi l' ho trovata......è presa da cookaround ed è questa: 1litro di acqua,g 700 di zucchero(io l' ho portato a g 750),g 250  di liquirizia pura a tocchetti( la migliore e' quella calabrese)g 500 di alcool 90 gradi.


Sminuzzare la liquirizia per circa 20 sec a vel 4 e mettere da parte. Mettere l'acqua e lo zucchero nel boccale, 10 min, 100 gradi Vel 2, dopo aggiungere la liquirizia 10 min ,100  gradi,Vel 4. Far raffreddare e aggiungere l'alcool ,mescolare 30 sec Vel 2.
E' OTTIMO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Ovviamente si può fare anche senza bimby ;) 
Fare scioglire lo zucchero e la liquirizia nell' accqua e quando è tutto freddo unire  l' alcool.
La liquirizia l' ho comprata in erboristeria

giovedì 2 febbraio 2012

Crostata di M. Braito senza burro



Questo dolce ha reso famosa la sig.ra Braito che aveva inserito la ricetta su coquinaria,
personalmente, l' ho conosciuta grazie a cookaround dove era stata aggiunta da Cameron, un nome una garanzia.
Più volte ero stata tentata, ma poi ho sempre desistito, stamattina invece non mi sono saputa controllare...la dovevo fare a tutti i costi.......apro il frigo per prendere gli ingredienti e, delusione massima, mancava il burro; e mo'? avevo l' olio si semi di mais......si può, si può ed infatti!!!!!!!!!!!!!!
STREPITOSA!!!!!!!!!!!!!!!!
g 200 farina per dolci o in alternativa metà 00 e metà fecola
g. 200 di zucchero
g 160 di olio di semi di mais
3 uova intere
un pizzico di sale
g 10 di lievito pane degli angeli
buccia grattugiata di limone
barattolo di marmellata da g 400

Anche in questo caso mi sono avvalsa dell' aiuto del bimby TM21
ho posizionato la farfalla nel boccale inserite le uova e lo zucchero, ho fatto andare il bimby a vel. 4 per 3 min. aggiungendo a filo l' olio,come per fare la maionese, quindi tutti gli altri ingredienti ed azionato 30 sec. a vel.6
Ho imburrato una teglia da cm. 26 l' ho riempita con il composto dopo di chè ho fatto delle fossette con un cucchiaino su tutta la superfice,non andare troppo in profondità però, ho svuotato un barattolo di marmellata di frutti di bosco, distribuito in maniera uniforme ed infornato, in forno già caldo, a 175° per 40 min.


Se desiderate essere sempre aggiornati sulle mie ricette seguitemi 
sulla mia pagina facebook
e, se vi piace, non dimenticate di lasciare il vostro like :)
Grazie!!!!