venerdì 18 novembre 2011

Torta all' arancia






INGREDIENTI

  1. g 200 farina per dolci
  2. g 130 zucchero
  3. g 130 burro
  4. 3 uova
  5. g 80 succo d' arancia
  6. 1 buccia di arancia grattugiata
  7. 1 bustina di lievito per dolci
  8. g 10 di liquore all' arancia
INGREDIENTI PER LO SCIROPPO
  1. g 50 di succo d' arancia
  2. g 50 di zucchero
PER DECORARE
  1. 1 arancia
  2. mandorle a lamelle
PREPARAZIONE

Inserire nel boccale del bimby zucchero e buccia d' arancia: 20 sec. vel. turbo
Aggiungere uova e burro: 1 min. vel. 3
Unire la farina, il succo dell' arance, il liquore: 1 min. vel. 4
Alla fine inserire il lievito sempre a vel. 4 per pochi secondi
Cuocere in forno preriscaldato a 160° per 40 min.
Preparare nel frattempo lo sciroppo inserendo nel boccale succo d' arancia e zucchero: 100° per 4 min. a vel. 3
Sfornare la torta, quando è ancora calda, punzecchiare la superfice in più punti con uno stuzzicadenti, versarvi sopra lo sciroppo.
Quando è fredda capovolgerla su un piatto di portata e decorare



Tortiera diametro cm 24
calorie per g 100 di torta 309 Kcal




Se desiderate essere sempre aggiornati sulle mie ricette seguitemi 
sulla mia pagina facebook
e, se vi piace, non dimenticate di lasciare il vostro like :)
Grazie!!!!

sabato 5 novembre 2011

LIQUORE A L CIOCCOLATO





INGREDIENTI

gr. 500 latte "alta qualità"

gr. 400 zucchero
gr. 100 cacao amaro

gr. 75 marsala
gr. 75 alcool a 95°
1 bacca di vaniglia in alternativa una bustina di vanillina
un pizzico abbondante di cannella
1 tazza di caffè espresso non zuccherato




giovedì 3 novembre 2011

CALCOLO UOVA PAN DI SPAGNA

Caro blog oggi vorrei far partecipi i miei, haimè, pochi lettori di una formuletta semplicissima per poter individuare il numero esatto delle uova da utilizzare nella preparazione del pan di spagna in base alla grandezza ed alla forma della teglia che andiamo ad usare.
Questa formula è:
volume/600

facciamo un esempio pratico

teglia tonda cm 24 di diametro, profonda cm 6
il volume in questo caso è dato dall' area del cerchio per la profondità nello specifico
raggio al quadrato per 3,14 ( il famoso pi greco)per 6
quindi 12x12x3,14x6=2712,96
questo prodotto lo dividiamo per 600
ed otterremo 4,52 che non essendo una cifra esatta andrà arrotondata per eccesso e quindi diventa 5
Le uova da usare saranno 5
Io l' ho trovata molto utile!!!!!!!!!!!!!!!!!

martedì 1 novembre 2011

NOCINO

Nocino






30 noci
g 1 cannella
g 1 chiodi di garofano
g 1 noce moscata
1 bacca di vaniglia
la buccia di limone (serve per lo sciroppo)
g 300 di zucchero
g 300 di acqua

Tagliare in 4 parti le noci e metterle in infusione nell' alcool con gli aromi, la stecca di vaniglia va aperta a libro,ed il tutto va fatto macerare fino a fine settembre, quando si farà lo sciroppo
 con acqua, zucchero e la buccia di limone e si farà raffreddare prima di unirlo all' alcool ed alle noci.  Far riposare un' altra settimana. A questo punto, il tutto, va filtrato ed imbottigliato.
Per l' assaggio vi tocca aspettare almeno fino a Natale.
Più passa il tempo e più è buono.

Un po' di curiosità sulle origini e le leggende legate a questo ottimo digestivo.
L' utilizzo del mallo di noce, come ingrediente per fare medicinali o liquori, risale a tempi antichissimi. Si racconta che questa ricetta sia stata portata, in Italia, dai francesi, infatti il culto del noce come "Albero delle streghe" è di origine  druidica e fu esportato dai britanni, pozioni ritenute magiche si preparavano in Bretagna utilizzando noci acerbe.....è molto probabile che le varie formule siano derivate da un liqueur de brou de noix o ratafià di mallo preparato con acquavite al posto dell' alcool. Stando alla leggenda ci si dovrebbe recare ai piedi di un albero di noci  la notte del 24 giugno ed andrebbero raccolti, da mano femminili, 24 frutti.
Perchè proprio la notte di San Giovanni?
Ci sono due spiegazioni, la prima è quella che, in questa notte che gli erboristi chiamano " Tempo balsamico" il noce si trova nel suo momento migliore con i profumi derivanti dalla presenza di linfa, oli e vitamine; la seconda molto più affascinante, attribuisce la scelta di questa data al solstizio d' estate che, per il calendario precedente a quello gregoriano non cadeva il 21, ma il 24; dunque, nella notte del trionfo della luce sulle tenebre, le streghe si raccoglievano sotto un albero di noci per i loro demoniaci sabba.
Nel medioevo si credeva che i sabba, incontri fra streghe e demoni, avenissero proprio sotto queste piante, per questo motivo il noce è rimasto legato a scaramanzie e storie fantastiche: in molte fiabe, all' interno della noce si celano meravigliosi tesori ed un tempo in Sicilia si credeva che una noce in tasca preservasse da sortilegi e febbre

N.B.  usare i guanti per tagliare le noci