giovedì 13 giugno 2019

CORNETTI SALATI DA BUFFET SOFFICISSIMI


Preparare un buffet mette sempre sconforto pensando sia una impresa titanica, ma con un minimo di organizzazione e le ricette giuste, è possibile farlo senza arrivare con il fiato corto all' evento.
Questa ricetta è davvero super l'ho trovata sul web nel blog "Inventa ricette, in cucina con Maria"
Grazie, è davvero top!
Io ho apportato delle leggere modifiche, un poco del mio ce lo dovevo mettere!
I cornetti sono molto burrosi, ma se preferite l' olio vi inserisco la modifica.
Questo  impasto lo potete congelare e quindi prepararlo con un certo anticipo
Per la farcitura io vi consiglierei robiola e salmone affumicato oppure capocollo, stracciatella e pomodorini secchi...
Veniamo alla ricetta, quello che vi occorre è:

250 g di farina per pizza o 0
250 g di farina manitoba
2 uova
50 g di zucchero semolato
7 g di sale fino
100 g grammi di burro (In alternativa 80 g di olio d'oliva o strutto più 20 g di acqua)
 180 g di latte intero o parzialmente scremato secondo il vostro gusto
8 g di lievito di birra
Io ho fatto un preimpasto con 100 g di matitoba, lo zucchero, il lievito di birra fresco e 100 g di latte
Coprite con pellicola bucherellata e aspettate il raddoppio. In ogni caso, il preimpasto è pronto quando sulla superficie si saranno formate tante bollicine.
Mettere il preimpasto in planetaria con il restante latte ed aggiungere le uova e la farina lavorare a bassa velocità e quando l' impasto si aggrappa al gancio iniziare ad aggiungere il burro morbido un poco alla volta. Continuare a lavorare a bassa velocità per 15/20 minuti o fino a che le pareti dell' impastatrice non risultino pulite. Mettere a lievitare fino al raddoppio. Per essere sicura di quando ciò avviene uso il trucchetto della pallina galleggiante.
In pratica ponete in un bicchiere colmo di acqua un pezzetto di impasto, che ovviamente si depositerà sul fondo del bicchiere, nel momento in cui l' impasto avrà raggiunto la lievitazione i gas presenti in esso spingeranno la pallina sulla superficie dell'acqua.

Prima


dopo

a questo punto stendere l' impasto in un rettangolo e tagliare tanti triangolini, oppure usare un porzionatore come questo
dare al centro della base del triangolo un taglietto di circa 1 cm ed iniziare ad arrotolare dalla base stessa tirando leggermente la punta fino ad arrivare ad essa.
Far rilievitare e spennellare con un tuorlo d'uovo sbattuto con un poco di latte, quindi spolverare con i semi di lino.
Passare in forno già caldo in modalità ventilato a 180° per circa 15 minuti circa
Far raffreddare


Se desiderate essere sempre aggiornati sulle mie ricette seguitemi 
sulla mia pagina facebook
e, se vi piace, non dimenticate di lasciare il vostro like 



martedì 11 giugno 2019

BAVARESE ALL'ANANAS CON GELEE DI FRAGOLE



Con l'arrivo della bella stazione diventa sempre più difficile avere il forno acceso, allora che fare se vogliamo proporre un fine pasto goloso e che non ci faccia fare un bagno di sudore?
L'idea potrebbe essere questa.
Una base di biscotti che supporta una bavarese all' ananas e per decorare il dolce frutta fresca che contorna un gelèe di fragole.
Per preparare la bavarese mi sono avvalsa del bimby TM21, ma procediamo con ordine.
Il giorno prima preparate il gelèe in questa maniera:
mettete in ammollo 6g di gelatina
quindi, in un pentolino unite 100g di acqua, 100g di fragole, 1 cucchiaio di zucchero semolato e fate bollire per 5 minuti, unite la gelatina e con un mixer ad immersione frullate per bene il tutto, a questo punto ho versato la purea nello stampo ipnosi ed ho congelato.
L' indomani triturate 300g di biscotti frollini, quelli che più vi piacciono e amalgamate la farina di biscotti con 150g di burro sciolto. aiutandovi con un anello in acciaio del diametro di cm 24 compattate per bene il composto di biscotti e burro e ponete in frigo.
Prepariamo, a questo punto, la bavarese.
Avrete bisogno di 250g di panna semi montata con l' aggiunta di 25g di zucchero semolato.
La panna deve essere ben fredda, iniziate a montare a bassa velocità, quindi quando fa tutte le bollicine sulla superficie, aggiungete lo zucchero e quindi aumentate la velocità, mettete da parte.
Mettete in ammollo 20g di gelatina e preparate la bavarese.
Nel boccale del bimby ponete 400g di ananas sciroppato e tritate per 15 sec. a vel. 4 e date 2 o tre colpi a vel.turbo.
Raccogliete tutto ciò che si è depositato sulle pareti e sul coperchio,
unite tre tuorli d'uovo, una busta di vanillina, 1 cucchiaio di succo di limone, un pizzico di sale, 150g di zucchero semolato e fate cuocere 5 min. a 80 gradi a vel.4 sempre a vel. 4 unite la gelatina ben strizzata e fate andare per qualche sec.
Fate raffreddare il composto, quindi amalgamate con delicatezza la panna montata in precedenza, porre in frigo a rassodare per almeno tre ore, quindi decorare con il cerchio di gelèe di fragole e con frutta o come più vi piace.



Se desiderate essere sempre aggiornati sulle mie ricette seguitemi 
sulla mia pagina facebook
e, se vi piace, non dimenticate di lasciare il vostro like 

domenica 12 maggio 2019

TORTA MINIONS





Le torte decorate con la pasta di zucchero hanno il pregio di rendere unica ogni occasione perchè per progettare questo tipo di dolci devi necessariamente partire dai gusti e dalle passioni del festeggiato.
Mio figlio Alessandro adora i minions e preferisce la marmellata alle creme,
in questo modo è nata la sua torta di compleanno.
Questi sono i tre personaggi:

Bob


Kevin


Stuart


Tutti insieme appassionatamente


Ed ovviamente le banane che loro adorano.


Dulcis in fundo la torta vera e propria:
Bagna al limoncello:
350g di acqua, 150g di zucchero, scorza di limone, 100/150g di limoncello in base al vostro gusto.
Mettere, in un pentolino, acqua, zucchero e buccia di limone e far cuocere a fuoco moderato fino a completo scioglimento dello zucchero.
Fuori dal fuoco unire il limoncello.
Marmellata di fragole diluita con 3 cucchiaini di bagna
panna montata..

Se desiderate essere sempre aggiornati sulle mie ricette seguitemi 
sulla mia pagina facebook
e, se vi piace, non dimenticate di lasciare il vostro like 

martedì 7 maggio 2019

CROSTATA DELLA NONNA


Quando penso ad una crostata
la mia mente va subito ad un qualcosa di friabile, profumato e dolce...ecco è proprio di questo che si tratta.
Il tipico dolce da prima colazione o da merenda che evoca i tempi dell'infanzia e sa di genuinità.
Vogliamo vedere come farla????
Ingredienti:
300g di farina per dolci
3 tuorli d'uovo
150g di zucchero a velo
150g di burro
un pizzico di sale
1 bustina di vanillina
buccia di limone grattugiata
200g più o meno di marmellata
3 cucchiaini di acqua per diluire la marmellata e far in modo che non indurisca in cottura
Non pensate a sostituire il burro con l'olio, non sarebbe la stessa cosa, mangiatene meno, ma fatta come Cristo comanda.
Detto ciò andiamo ad iniziare.
Per ottenere una frolla friabile bisogna sabbiare la farina con il burro, quindi unire tutti gli altri ingredienti e bisogna ricordare che la frolla non va lavorata a lungo altrimenti diventa coriacea.
La vostra frolla sarà pronta quando non sarà più appiccicosa e le vostre mani usciranno pulite dall'impatto, a questo punto,fate riposare in frigo per circa trenta minuti.
Preriscaldate il forno in modalità statica a180 gradi, imburrate, solo burro senza farina una tortiera di cm 24 di diametro, stendlete la frolla con uno spessore di 0,5 cm bucherellate il fondo e coprite con la marmellata diluita con i tre cucchiaini di acqua, decorate come più vi piace e cuocete per circa 40 minuti.
Io la mia l'ho fatta cuocere per trenta minuti, ho messo le ciliegie candide sui fiori ed ho continuato la cottura per altri 10 minuti.
Considerate che i tempi di cottura sono relativi,  molto dipende dal vostro forno.
E buona crostata a chi vorrà provarla.

Un consiglio???? Fatela riposare prima di gustare




Se desiderate essere sempre aggiornati sulle mie ricette seguitemi 
sulla mia pagina facebook
e, se vi piace, non dimenticate di lasciare il vostro like :)


mercoledì 27 marzo 2019

SEPPIE RIPIENE AL RAGÙ


Oggi voglio proporvi una ricetta semplice , ma molto gustosa che si prepara abbastanza facilmente e che, a Bari, rappresenta il pranzo tipico della domenica della palme.
Mi sono spesso chiesta da dove arrivasse questa tradizione e l'unica risposta plausibile che sia riuscita a darmi è  questa: ricetta molto gustosa che ha il pregio di fare da primo a da secondo, facile nella preparazione e che lascia parecchio tempo a disposizione per dedicarsi alla funzione religiosa e agli auguri che ci si scambia in questa ricorrenza portando in dono un ramoscello di olivo benedetto.
Per preparare questa leccornia, calcolare una seppia a testa che vi farete pulire dal vostro pescivendolo, la mollica del pane casereccio sempre una fetta a testa, 1 uovo a persona, 1 cucchiaio abbondante di pecorino, io uso il rodez perché meno forte, voi potete usare anche metà pecorino e metà grana grattugiata, pane grattugiato, aglio, prezzemolo, sale e pepe q.b.
Passata di pomodoro.
Preparare il ripieno in
questo modo:
Mettere la mollica di pane ad ammorbidire in poco latte, la strizziamo e vi uniamo le uova, il formaggio, lo spicchio di aglio schiacciato, il prezzemolo,il sale non eccessivo e il pepe, iniziamo ad amalgamare e rendiamo il tutto più sodo con del pane grattugiato, con questo impasto riempiamo le seppie e mettiamo da parte. Se dovesse avanzare del ripieno preparate delle polpette che aggiungerete quando il sugo bolle.
Preparare ora il ragù, far soffriggere, in un poco di olio, uno spicchio di aglio, quando è dorato, lo togliamo ed aggiungiamo le seppie, avendo l'accortezza ,di posizionarle con la parte più spessa a contatto con il tegame, io preferisco usare il tegame fi terracotta. Far insaporire ed irrorare con un bicchiere di vino bianco secco, se pugliese angora meglio. Quando il vino sarà evaporato aggiungere la passata, portare  a bollore ed abbassare la fiamma continuando la cottura.
Le seppie saranno cotte quando infilando i rebbi della forchetta, questi, entreranno senza difficoltà. Assaggiare ed aggiustare di sale.

Se desiderate essere sempre aggiornati sulle mie ricette seguitemi 
sulla mia pagina facebook
e, se vi piace, non dimenticate di lasciare il vostro like :)

lunedì 25 marzo 2019

CHIFFON CAKE BABA'




“L'età è quella che pensi che sia. Si è vecchi quando si pensa di esserlo.”
Onestamente, se non ci penso, mi sento mooooolto meno anni...
Quindi il 63 è solo un numero, una una convenzione.
Per immortalare questa convenzione ho preparato questa chiffon cake, base che io adoro, e l'ho trattata come fosse un baba'
Vogliamo vedere com'è andata???
Per la chiffon cake avrete bisogno di:
300g di zucchero
200g di farina 00
85g di fecola di patate
200g di acqua tiepido/calda
125g di olio di semi di mais o girasole
6 uova XL
buccia grattugiata di un limone non trattato
1 busta di cremor tartaro o, in alternativa, 2 cucchiaini di succo di limone
un pizzico di sale
1 busta di vanillina
1 busta di lievito chimico per dolci.
Iniziate a montare gli albumi, quando diventano schiumosi aggiungere il cremor tartaro o il succo di limone e continuare a montare fino a che, infilando un cucchiaio, questi non resti in piedi, mettere da parte.
Iniziare a montare i tuorli con lo zucchero e il pizzico di sale, quando diventano chiari unire a filo prima l'acqua e poi l'olio.
Setacciare le farine ed il lievito ed incorporarle un poco alla volta alternandola agli albumi montati.
Versare nello stampo della chiffon cake, non imburrato, cuocere in forno statico a 160 gradi per 60 minuti. Fare la prova stecchino e togliere dal forno facendo raffreddare a testa in giù.
Nel frattempo preparate lo sciroppo con
350g di acqua, 150g di zucchero, scorza di limone ed aroma rum.
Mettere sul fuoco l'acqua,  lo zucchero e la buccia di limone, portare ad ebollizione e far bollire per 1 minuto aggiungere l'aroma rum o se vi piace la bagna alcolica unite 100g di rum.
Quando la torta sarà completamente fredda, sfornate e con uno spruzzino vaporizzate sulla torta fino ad inumidirla bene. Lucidate, a questo punto con la gelatina di albicocca ancora calda e terminate decorando con panna e fragole
Preparate la gelatina di albicocca nel modo seguente:
100g di marmellata di albicocche
40g di zucchero
2 cucchiai di acqua ed 1 cucchiaio di succo di limone.
Mettere tutti gli ingredienti in un pentolino e portare ad ebollizione.
Fate bollire per 1 minuto. Utilizzate calda.

Se desiderate essere sempre aggiornati sulle mie ricette seguitemi 
sulla mia pagina facebook
e, se vi piace, non dimenticate di lasciare il vostro like :)
Grazie!!!!


mercoledì 6 marzo 2019

CARDINALES



I cardinales sono dei dolcetti semplici da preparare, ma belli da vedere e buonissimi da gustare.
Ora sono caduti un poco nell'oblio, ma in passato non potevano mancare in occasione di avvenimenti importanti come battesimi, comunioni, cresime e matrimoni.
Per preparali occorrono:
200g di farina 00
100g di fecola di patate
250g di zucchero
3 uova
100g di olio di semi di mais o girasole
100g di latte
1 bustina di lievito per dolci
la buccia grattugiata di un limone non trattato
1 bustina di vanillina
Per la crema:
350g di latte
150g di panna da montare
4 tuorli
150g di zucchero
40g di farina 00
35g di amido di mais
buccia di limone
Inoltre:
125g di panna montata
alchermes
zucchero a velo (Zav)
Montare con la frusta le uova, non di frigo, con lo zucchero per 15/20 minuti, 
Unire l'olio a filo continuando a montare e di seguito il latte.
Alla fine unire le polveri ben setacciate.
Con il composto riemite i pirottini, posizionati in uno stampo da muffin, per 3/4 della loro capienza. Cuocere a 180 gradi per circa 15 minuti, sempre valida la prova stecchino.
Preparate la crema pasticcera e quando sarà fredda unite la panna montata.
Prendete i dolcetti che avrete fatto raffreddare per bene e conservateli per qualche ora chiusi in una busta dicellophan, per far ammorbidire la calottina superiore, in modo dafacilitare la rimozione della calottina superiore.
Incidete, ogni dolcetto, con un coltellino a punta, inclinandolo, in modo da estrarre un cono di mollica. 
Bagnare il  vuoto che si è creato nella torina con un poco di alchermes diluito leggermente con acqua, farcire con la crema, spolverizzare con zucchero a velo bucaneve e posizionare il cono di mollica sulla tortina dopo averlo imbevuto di bagna all'alchermes con la punta rivolta verso l'alto.


Se desiderate essere sempre aggiornati sulle mie ricette seguitemi 
sulla mia pagina facebook
e, se vi piace, non dimenticate di lasciare il vostro like :)
Grazie!!!!