venerdì 13 gennaio 2017

CANEDERLI ALLO SPECK

Qualcuno dice che sono dei grossi gnocchi io direi che sono delle polpette di pane visto che la base  è quella... in ogni caso sono molto buoni.
Si possono consumare in brodo, come ho fatto io o asciutti come contorno a piatti di carne, in modo particolare il gulasch..
Non sono difficili da preparare ed hanno un costo medio.


INGREDIENTI:

g 300 di pane grattugiato 
g 250 di latte
3 uova
3 cucchiai abbondanti di grana padano
g 200 di speck
prezzemolo una manciata
sale, noce moscata,  pepe e farina q.b.

Unire tutti gli ingredienti in una ciotola tranne la farina che va aggiunta setacciata ed un poco alla volta per regolarizzare la densità,  potrebbe anche non occorrerne. 
L' impasto non deve risultare morbido, ma consistente 
Fra riposare il tutto per circa 30 minuti  e poi formare tante palline aventi un diametro di circa 3 cm.  
I canederli vanno cotti in brodo a fuoco medio per 15 minuti. 
Si possono servire anche scolati e conditi con burro fuso


lunedì 9 gennaio 2017

STRUDEL DI MELE


Se dico Trentino cosa vi viene in mente?
Il mio pensiero va subito alle mele ed allo strudel.
Era un po' che ci pensavo ed oggi, complice un pomeriggio freddo,
ho deciso di prepararlo.
La ricetta l'ho presa da una vecchia dispensa di Intimità del 1972  
Io l'ho trovato buonissimo, per questo, ve lo propongo.

INGREDIENTI PER LA PASTA:

g 250 di farina 00 (Io ho usato quella per dolci)
1 uovo
g 50 di burro
5/6 cucchiai di acqua tiepida
un pizzico di sale

INGREDIENTI PER IL RIPIENO:

4 mele possibilmente renette, ma anche le golden vanno bene
g 100 di zucchero semolato
g 100 di uvetta passa ammorbidita in acqua tiepida
g 40 di pinoli
1 cucchiaino di cannella in polvere
g 50 di burro
buccia di limone grattugiata
pane grattugiato q.b.

Mescolare la farina con il sale e disporla a fontana sulla spianatoia.
Versare al centro l'acqua, il burro ammorbidito e l'uovo.
Impastare con energia,  battendo la pasta più volte sul tavolo per renderla elastica.
Fare una palla e mettere a riposare sotto una coppa per 30 minuti.
Nel frattempo insaporire lo zucchero semolato con la cannella e la buccia di limone grattugiata. Affettare finemente le mele e condirle con del succo di limone per evitare che anneriscano.
Stendere la pasta con il mattarello in una sfoglia sottile, passando le dita sotto la pasta esse saranno visibili.
Spennellare la sfoglia con il burro fuso, distribuire quindi il pan grattato, le mele, lo zucchero condito, l'uvetta e i pinoli lasciando ai bordi circa 2 cm di pasta scoperta.
Arrotolare lo strudel su stesso, chiudendo lo bene ai bordi per evitare fuoriuscite.
Disporre sulla leccarda rivestita di carta forno e spennellare abbondantemente con il burro fuso.
Cuocere in forno statico preriscaldato a 200 gradi centigradi per 40 minuti.
Cospargere di zucchero a velo bucaneve e servire.      

sabato 7 gennaio 2017

PIZZA CON I CICCIOLI (Ricetta molisana)


Ed eccomi a pubblicare la mia prima ricetta del 2017.
A Bari c'è la neve e fa molto freddo per questo, oggi, ho deciso di fare una ricetta molisana. 
Mi sento tanto a casa...
Va beh!!!!!!!!
Veniamo a noi

INGREDIENTI:

(Le dosi possono essere dimezzate)
1 kg di farina 0
g 600 di acqua 
g 100 di strutto 
g 200 di ciccioli di maiale ( Io li ho presi dal macellaio)
g 25 di lievito di birra fresco
1 cucchiaio di sale
pepe nero o peperoncino q.b. in base al gusto

Facciamo un impasto con tutti gli ingredienti e lavoriamo in maniera energica per una decina di minuti, se disponete di una impastatrice usate il gancio e lavorate fino a che l'impasto non si aggrappa al gancio e la ciotola non risulti pulita dall'impasto. 
Far lievitare fino al raddoppio,  quindi ungere due teglie tonde dal diametro di cm 30 dividere l'impasto e  spianarlo leggermente,  far lievitare ancora per 60 min. 
Ungere leggermente la superficie ed infornare in forno ventilato preriscaldato a 220 gradi centigradi, posizionando la teglia sul pavimento del forno.
Cuocere per 10 minuti, abbassare la temperatura a 200 e cuocere per altri venti minuti spostando la teglia sulla griglia in posizione centrale. 
È buona da sola o accompagnata da salumi o ancora da verdura ripassata in padella con aglio, olio e peperoncino.