mercoledì 26 ottobre 2011

IL PROFESSORE



 Un professore stava davanti alla sua classe di filosofia e aveva davanti
... alcuni oggetti, quando la classe incomincia a zittirsi prese un grande
barattolo di maionese vuoto e lo inizio a riempire di palline da golf,
chiese poi agli studenti se il barattolo fosse pieno e questi risposero
che lo era.
Il professore allora prese un barattolo di ghiaia e la rovesciò nel
barattolo di maionese, lo scosse leggermente e i sassolini si
posizionarono negli spazi vuoti tra le palline da golf.
Chiese di nuovo agli studenti se il barattolo fosse pieno e questi
concordarono che lo era.
Il professore prese allora una scatola di sabbia e la rovesciò nel
barattolo, ovviamente la sabbia si sparse ovunque all'interno.
Chiese ancora una volta se il barattolo fosse pieno e gli studenti
risposero con un unanime 'si'.
Il professore estrasse quindi due bicchieri di vino da sotto la cattedra e
rovesciò il loro intero contenuto nel barattolo
andando così effettivamente a riempire gli spazi vuoti nella sabbia;
gli studenti risero.
Ora', disse il professore non appena la risata si fu placata, voglio che
consideriate questo barattolo come la vostra vita:
le palle da golf sono le cose importanti; la vostra famiglia, i vostri
bambini, la vostra salute, i vostri amici e le vostre passioni, le cose
per cui, se anche tutto il resto andasse perduto, e solo queste
rimanessero, la vostra vita continuerebbe ad essere piena;
i sassolini sono le altre cose che hanno importanza come il vostro lavoro, la casa,
la macchina...
la sabbia è tutto il resto, le piccole cose.
Se voi mettete nel barattolo la sabbia per prima non ci sarà spazio per la
ghiaia e nemmeno per le palle da golf, lo stesso vale per la vita, se
spendete tutto il vostro tempo e le vostre energie dietro le piccole cose
non avrete più spazio per le cose che sono importanti per voi.
Prestate attenzione alle cose che sono indispensabili per la vostra
felicità;
giocate con i vostri bambini, godetevi la famiglia e genitori
fin che ci sono.... portate il vostro compagno/a fuori a cena... e non
solo nelle occasioni importanti,
tanto ci sarà sempre tempo per pulire la casa o fissare gli appuntamenti.
Prendetevi cura per prima delle palle da golf,le cose che contano davvero.
Fissate le priorità... il resto è solo sabbia.'
Uno degli studenti alzò la mano e chiese cosa rappresentasse il vino.
Il professore sorrise: 'Sono felice che tu l'abbia chiesto, serve
solo per mostrarvi che non importa quanto piena possa sembrare la vostra
vita, ci sarà sempre spazio per un paio di
bicchieri di vino con un amico.

martedì 25 ottobre 2011

CICIRI E TRIA



oggi voglio farvi partecipi di un piatto tipico salentino preparato da una amica in occasione di una mia visita a casa sua.
Questa leccornia appartiene all' archeologia culinaria, le sue origini sono antichissime e ci riportano agli arabi ed alle
 celebrazioni agresti per l’equinozio di primavera dell’antichità classica quando si utillizzavano i legumi vecchi per far posto al nuovo raccolto
"Ciciri e tria" veniva preparato essenzialmente per la festa di San Giuseppe, ma non solo
INGREDIENTI

Per la cottura dei ceci
cipolla, sedano, alloro e pomodorini

Per la pasta
calcolare g 100 di farina per persona
per 4 persone g 400 di farina così divisa g 250 semola rimacinata di grano duro, g 150 farina 00
oggi, io, sostituirò la farina 00 con la farina integrale, acqua tiepida q.b.

Per il condimento
aglio, olio extra vergine d' oliva, peperoncino
Si fanno le tagliatelle se ne prende una piccola parte e si frigge in olio d' oliva
Soffriggere aglio olio e peperoncino e farvi insaporire una parte di ceci con il loro liquido di cottura
Lessare le tagliatelle e codire con i ceci passati nell' olio,  far riposare per un pochino ed al momento di impiattare mettere una parte delle tagliatelle fritte sopra



venerdì 21 ottobre 2011

BISCOTTI CON IL FORMAGGINO





QUESTI BISCOTTI, CHE FARO' AD OCCHIO DI BUE, SONO FORMATI DA UNA FROLLA MOLTO FRIABILE CHE PRESENTA FRA GLI INGREDIENTI I FORMAGGINI
8 TUORLI DI UOVO
12 CUCCHIAI DI ZUCCHERO
4 FORMAGGINI
400 BURRO
800 FARINA 00
1 BUSTA DI PANE DEGLI ANGELI
IMPASTARE TUTTI GLI INGREDIENTI E FORMARE ALCUNI  CERCHI INTERI ED ALTRI BUCATI AL CENTRO,INFORNARE A FORNO GIA' CALDO 175° PER 10-15 MIN.NON DEVONO DIVENTARE MOLTO COLORITI
SU QUELLI INTERI SPALMARE LA MARMELLATA E SU QUELLI BUCATI SPOLVERARE DI ZUCCHERO A VELO, ASSEMBLARE E GODERE DI TANTA BONTA'
FATE META' DOSE PERCHE' NE VENGONO TANTI. CON META' DOSE SI OTTIENE G 880 DI FROLLA






Se desiderate essere sempre aggiornati sulle mie ricette seguitemi 
sulla mia pagina facebook
e, se vi piace, non dimenticate di lasciare il vostro like :)
Grazie!!!!


Il mio I° blog candy!!!!!!



domenica 9 ottobre 2011

CHIFFON CAKE O CIAMBELLONE AMERICANO



Questa è la foto della mia chiffon cake, la ricetta è stata postata su cookaround da Cozza che mi ha suggerito, dietro mia richiesta, una sostituzione e cioè ho sostituito g 8 di cremor tartaro con 2 cucchiaini di succo di limone.
E' un dolce di una sofficità incredibile, una nuvola!!!!!!!!!!!!!!!!
passiamo agli ingredienti:
g 300 di farina per dolci (questa è una mia piccola modifica perchè cozza ne prevede g 285)
N.B. se non avete la farina per dolci potete usare g 200 di farina 00 e g 100 di fecola di patate o amido di mais
g 300 di zucchero
6 uova grandi
ml 200 di acqua tiepida
ml 120 di olio di semi (io ho usato quello di girasole)
buccia grattugiata di un limone non trattato
g 8 di cremor tartaro (sostituito da me con 2 cucchiaini di succo di limone)
un pizzico di sale
1 busta di vanillina, 1 busta di pane degli angeli
Il procedimento è stato fatto in parte con il bimby ed in parte nella maniera tradizionale
Con il bimby polverizzare lo zucchero e la scorza del limone da vel. 1 a turbo per 30 sec.,
unire i tuorli, l' acqua, l' olio, la vanillina e lavorare per 1 min. a vel. 6
unire la farina per dolci e la bustina di pane degli angeli, azionare il bimby 2 min. a vel. 6
Intanto montare a neve ben soda gli albumi con  il cremor tartaro o il succo di limone
il cucchiaio come vedete sta' in piedi;
unire i due impasti con un movivento delicato dall' alto verso il basso, versare il tutto in uno stampo capiente NON IMBURRATO  ed infornare in forno già caldo a 160° per 50 min. ed a 175° per dieci min. Funzione statico, posizionando lo stampo sul ripiano piu basso. Quando si tira fuori dal forno va fatta raffreddare a testa in giù così



a raffreddamento compiuto staccare dalle pareti dello stampo il dolce e rovesciarlo su un piatto
lasciarla così tipo ciambellone da inzuppo nel latte oppure decorare a piacimento o ancora farcire
calorie per g 100 di prodotto privo di farciture= 257 Kcal


e questa è la versione natalizia servita con una bella crema al mascarpone senza uova ;-))



Cotta in teglia rettangolare
cm 34,5×25×5,5
Nella teglia rettangolare ho imburrato e fatto cuocere sul secondo ripiano del forno, dove cuocio normalmente i dolci, con lo sportello del forno leggermente aperto per simulare un forno a valvola aperta. Ovviamente non ho capovolto a testa in giù,  ma per il raffreddamento ho aspettato qualche minuto e poi capovolta e fatta raffreddare completamente 


Se desiderate essere sempre aggiornati sulle mie ricette seguitemi 
sulla mia pagina facebook
e, se vi piace, non dimenticate di lasciare il vostro like :)
Grazie!!!!