martedì 25 ottobre 2011

CICIRI E TRIA



oggi voglio farvi partecipi di un piatto tipico salentino preparato da una amica in occasione di una mia visita a casa sua.
Questa leccornia appartiene all' archeologia culinaria, le sue origini sono antichissime e ci riportano agli arabi ed alle
 celebrazioni agresti per l’equinozio di primavera dell’antichità classica quando si utillizzavano i legumi vecchi per far posto al nuovo raccolto
"Ciciri e tria" veniva preparato essenzialmente per la festa di San Giuseppe, ma non solo
INGREDIENTI

Per la cottura dei ceci
cipolla, sedano, alloro e pomodorini

Per la pasta
calcolare g 100 di farina per persona
per 4 persone g 400 di farina così divisa g 250 semola rimacinata di grano duro, g 150 farina 00
oggi, io, sostituirò la farina 00 con la farina integrale, acqua tiepida q.b.

Per il condimento
aglio, olio extra vergine d' oliva, peperoncino
Si fanno le tagliatelle se ne prende una piccola parte e si frigge in olio d' oliva
Soffriggere aglio olio e peperoncino e farvi insaporire una parte di ceci con il loro liquido di cottura
Lessare le tagliatelle e codire con i ceci passati nell' olio,  far riposare per un pochino ed al momento di impiattare mettere una parte delle tagliatelle fritte sopra