lunedì 20 ottobre 2014

PARMIGIANA DI MELANZANE ALLA BARESE



E dopo 34 anni di matrimonio, finalmente, mio marito ha assegnato alla mia parmigiana di melanzane alla barese un bel 10 e lode cum laude e pure bacio accademico.
Sarà per quello che stamattina mi sono alzata con un gran mal di testa?
Bahhhh!!!!!!!!!!!!!!!!
Ok!!!!!!!!!!!!!!! Ora provo a raccontarla anche a voi, vediamo se, dopo, vi sentirete ispirati.

INGREDIENTI:

1 chilo e mezzo di melanzane
4/5 uova
g 350 di mozzarella
g 100/150 di grana grattugiata
g 150 di mortadella
farina 00 q.b.
olio di oliva per friggere  q.b.  (Circa 1 litro)
1 chilo di passata di pomodoro fresco
aglio, cipolla e basilico.

PREPARAZIONE:

Dividiamo  il lavoro in sequenze.
Lavare per bene le melanzane e togliere la buccia, tagliarle a fette di circa 1/2 cm. di spessore e metterle sotto sale per una mezz'ora in modo che perdano un po' di acqua di vegetazione.
Nel frattempo prepariamo un sughetto facendo soffriggere in 3 cucchiai di olio aglio, uno spicchio, e cipolla affettata, fatto ciò togliere aglio e cipolla ed unire la passata di pomodoro; far cuocere il sugo per 10 min. circa, senza farlo restringere troppo ed aromatizzare con foglie di basilico, aggiustare di sale.
Riprendere le fette di melanzane ed infarinarle, quindi passarle nelle uova precedentemente sbattute e salate( per mia abitudine metto un pizzico di sale per ogni uovo) e  friggerle in olio bollente; far perdere l' eccesso di unto su carta assorbente.
Quando le melanzane fritte si saranno ben raffreddate procedere ad assemblare il tutto.
Mettere in una pirofila da forno, meglio se disponete di un tegame di terracotta, un mestolo di salsa ed adagiarvi le fette di melanzane sovrapponendole leggermente, condirle con un altro mestolo di sugo, formaggio grattugiato, mozzarella e fette di mortadella sminuzzata. Ripetere l' operazione ancora per 2 o 3 strati fino a terminare con uno strato di melanzane sugo e formaggio grattugiato.
Infornare in forno ventilato preriscaldato a 180°C per circa 40 min.
Questa è una pietanza che va mangiata tiepida o fredda, ma mai calda
La morte sua è il giorno seguente nel panino fresco di forno.
Buona parmigiana!!!!!!!